Chi Siamo

Magazzini di Fine Millennio è una struttura attiva fin dal 1980, ha realizzato – soprattutto a partire dal 1992 con la nuova denominazione – una quantità notevole di iniziative ed opere di alto interesse culturale sia in campo teatrale oltre che musicale e, comunque, nell’ambito artistico in senso lato. In particolare, la nostra struttura, vuole evidenziare il proprio lavoro di produzione, distribuzione, promozione e formazione, che incide in maniera significativa nel tessuto sociale del territorio regionale con operazioni culturalmente rilevanti destinate prevalentemente al mondo della scuola e alle sue varie fasce di pubblico, ma anche in attività rivolte agli adulti in particolari progetti ed eventi distribuiti sul territorio campano e nazionale.

 

Lo scopo e gli obiettivi che motivano l’attività mirano alla valorizzazione e allo sviluppo di una politica di divulgazione del patrimonio artistico e “potenziale” partenopeo oltre che regionale, necessariamente collegato a quello nazionale ed europeo.

Se nei primi anni di attività si è spaziati in generi e repertori ad ampio raggio, successivamente abbiamo voluto concentrare la nostra ricerca sulla drammaturgia contemporanea dedicata alle nuove generazioni, ponendoci come struttura attenta al “nuovo”: autori, attori, poeti, musicisti, artisti e giovani talenti.

 

Le esperienze sino ad oggi maturate, soprattutto nell’ambito della nuova drammaturgia e  dello  sviluppo   di  situazioni e tematiche contemporanee, specchio delle  attuali  condizioni  sociali,  hanno creato  spiragli nuovi e differenziati sul piano  della ricerca dei  linguaggi  espressivi e della  comunicazione  artistica, e quindi  “normata”,  del teatro drammatico (favolistica classica e contemporanea, d’impegno civile, in lingua inglese e francese, teatro musicale per ragazzi e giovani).

Il campo d'indagine sul piano dei linguaggi espressivi appare inizialmente eclettico, ma nei fatti ha creato e sta creando qualità e confronto e quantità nel lavoro di produzione e diffusione artistica, con un chiaro ed evidente campo d'indagine a carattere didattico-pedagogico. 

Il lavoro svolto  fino  ad oggi  comprende  anche l’organizzazione e la direzione di rassegne  teatrali , musicali  e  festival  quali: “Dissonanze”,  “Insieme per la vita”,  Non solo Bronx”,  “Eruzioni”,  “Confini & Frontiere”, “Sulphur”, “Costellazioni”, “Educ’Arte” ecc.. Magazzini di Fine Millennio  ha, inoltre, organizzato convegni e seminari multidisciplinari, in collaborazione con Jacopo Fo, Mario Martone,  Giulio Baffi, Cesare Accetta, Angelo Curti, Marcello Argilli, Maurizio Scaparro, Nicola Piovani, Giuseppe Rocca, Ugo Vuoso, Emilio Nigro, Preziosa Salatino ecc.; incontri sulla favolistica moderna con Marcello Argilli, Loredana Perissinotto, Donatella Trotta, Tadek Lewicki, realizzato spettacoli, performance, seminari e laboratori con Michele Monetta, Marina Confalone, Francesco Silvestri, Giuseppe Sollazzo, Kassim Bayatli, Fioravante Rea, Igor Canto, Cristina Recupito, Fabrizio Miano ecc.; attività che orientano da subito una tendenza di MAGAZZINI DI FINE MILLENNIO: la solidarietà, la legalità, l’impegno civile, il disagio giovanile e le aree poco servite dai principali flussi culturali.

La sala teatrale principale di riferimento dall’anno 2001 in poi, è stata il “Teatro Il Piccolo” di Napoli (N. 266 posti, ubicato in Piazzale Tecchio n. 3 nel quartiere di Fuorigrotta a Napoli), attualmente affidata al Dopolavoro Ferroviario di Napoli che ne detiene la titolarità, è gestita in quota parte annuale – con relativa convenzione -  dalla nostra Cooperativa del Teatro Magazzini di Fine Millennio. Nella struttura predetta si programmano dall’anno 2000 in poi le nostre stagioni teatrali e rassegne itineranti quali, “Confini e Frontiere” (XXII edizione), Sùlphur (XII edizione), Educ-arte (VII edizione), oltre a tanti seminari, corsi per docenti e laboratori per ragazzi. Inoltre, la nostra vocazione itinerante di distribuzione sul territorio campano si dipana con diverse programmazioni in altri Teatri di Napoli e Comuni della Regione, oltre ad una circuitazione prevalente nel centro-sud e a livello nazionale. 

 

Coordinamento artistico:

Salvatore Cipolletta, Cristina Recupito, Igor Canto

Si ringraziano per la loro disponibilità e collaborazione:

Francesca Calabrese, Igor Canto, Luciano Cimmino, Rosa Cipolletta, Stefania Cuomo, Maria D’Auria, Tadeusz Lewicki, Lucia Giunto, Alberta Imer, Valeria Impagliazzo, Piero Leo, Paola Maddalena, Pasquale Menale, Fabrizio Miano, Michele Monetta, Maurizio Parlati, Alessandra Petitti, Cristina Recupito, Giuseppe Rocca, Fabrizia Rocco, Lina Salvatore, Dopolavoro Ferroviario di Napoli, Edo-service, Il Teatro del Sole.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now